Estratto di Garcinia Cambogia

Tutto ciò che c’è da sapere sull’estratto di Garcinia Cambogia: l’origine, i benefici per la perdita di peso, gli effetti collaterali… Da leggere prima di comprare qualunque prodotto!

Le opinioni contrarie alla Garcinia Cambogia in quanto integratore per la perdita di peso sono difficili da dimostrare; moltissime persone che assumono questo integratore continuano a riferire di perdere peso in modo significativo in pochi mesi e non lamentano effetti collaterali di sorta. Ciò detto, esistono anche persone convinte che la Garcinia Cambogia faccia più male che bene all’organismo umano. Per stabilire la verità, una volta per tutte, dimostrando che questo metodo per la perdita di peso è davvero sicuro, osserviamo l’estratto di Garcinia Cambogia nei dettagli. Una migliore comprensione del suo funzionamento aiuta a sciogliere gli eventuali dubbi.

Origine del frutto

La Garcinia Cambogia è originaria di territori del sud-est asiatico, dell’India, dell’Indonesia e di alcune regioni dell’Africa centrale dove sono presenti foreste pluviali. L’estratto si ottiene dalla scorza del frutto dell’albero, che presenta una forma analoga alla zucca. Nelle regioni dell’Asia in cui si trova, fa parte della dieta umana da centinaia di anni. È utilizzato principalmente come condimento per il pesce e il suo gusto deciso è sfruttato per insaporire il curry, analogamente a quanto si fa con il tamarindo.

Oltre a essere un diffuso additivo alimentare, presenta anche un valore medicamentoso. I guaritori tradizionali del sud-est asiatico, nel passato e anche ai nostri giorni, impiegano l’estratto di Garcinia Cambogia per trattare vari disturbi, compresi problemi del ciclo femminile, edemi, parassiti intestinali, reumatismi e stipsi. A questo elenco, il mondo moderno può aggiungere la perdita di peso.

Garcinia-Cambogia

Per ottenere l’estratto puro di Garcinia Cambogia che utilizziamo oggi (usato anche per insaporire i curry asiatici), viene rimossa la buccia del frutto, che viene poi fatta seccare e affumicata in modo da conservarsi a lungo. La polvere risultante è utilizzata per produrre compresse, polveri e anche l’estratto liquido oggi disponibile in commercio.

A questo punto è importante un chiarimento; esistono marchi di Garcinia Cambogia che notoriamente funzionano benissimo con effetti collaterali minimi o nulli; si tratta dei prodotti che impiegano l’estratto nella forma più naturale e che hanno subito minore lavorazione. Gli asiatici meridionali e gli indiani che lo utilizzano regolarmente non lamentano effetti collaterali; il motivo più probabile è che non aggiungono sostanze chimiche alla preparazione.

Estratto di Garcinia Cambogia e perdita di peso

Gli studi mostrano che il motivo per cui la Garcinia Cambogia riesce a far perdere peso risiede nell’acido idrossicitrico, o HCA, che contiene; questo acido contribuisce a ridurre l’appetito e controlla inoltre l’assorbimento dei grassi durante la digestione. Una combinazione perfetta per chi desidera perdere peso: si assume meno cibo e il grasso contenuto nel cibo consumato viene più o meno espulso come rifiuto. Esaminiamo lo svolgimento dei due processi per l’estratto di Garcinia Cambogia.

Il primo processo, la riduzione dell’appetito, sembra essere correlato alla soppressione degli ormoni che attivano l’appetito. Si tratta di ormoni detti orexine che segnalano all’organismo la sensazione di fame. Quando si è sazi, ad esempio mentre si mangia o subito dopo, questi ormoni non vengono prodotti. Dopo la digestione e l’evacuazione intestinale, viene inviato un segnale al cervello per ordinare la produzione di orexine. La Garcinia Cambogia produce questa sensazione di sazietà cosicché l’attivazione dell’appetito viene rimandata a lungo.

Il secondo meccanismo consiste nell’assorbimento dei grassi da parte dell’intestino. Quando il cibo passa nell’intestino tenue, inizia l’assorbimento di ogni tipo di nutrienti, minerali, proteine, grassi e così via. Nelle situazioni normali, quando non si assume l’estratto, gran parte dei grassi del cibo viene assorbita nell’organismo, contribuendo all’aumento di peso. L’estratto arresta l’assorbimento dei grassi che vengono poi eliminati con le feci. Le feci risultano forse più grasse, ma l’apporto di grassi nell’organismo si riduce di molto.

La Garcinia Cambogia è sicura?

Sebbene si parli molto dell’insicurezza di questo estratto, ciò pare dovuto a informazioni limitate. Come qualunque altro prodotto nel mercato degli integratori, sono state fatte copie della Garcinia e sembra che proprio le copie siano responsabili del problema. Come menzionato in precedenza, esistono marchi che contano soltanto utenti felici. Sono i marchi che manipolano meno la composizione chimica originale dell’estratto, limitandosi ad assicurarne la conservazione.

I marchi che sembrano causare problemi sono quelli che usano più sostanze chimiche per conservare la Garcinia. Pare che quando vengono aggiunte troppe sostanze chimiche, il risultato possa causare problemi ad alcune persone. Ecco perché l’alternativa da preferire sempre è l’estratto puro di Garcinia Cambogia.

cropped-garcinia-cambogia-fruit

La maggior parte dei sintomi riferiti comprende: lievi cefalee, irrequietezza, insonnia, feci grasse e talvolta eritemi cutanei. Non compaiono tutti insieme e sembrano assumere forme diverse a seconda delle persone. Alcuni sintomi, come le feci grasse, possono non costituire un disturbo serio, mentre le cefalee possono essere trattate con antidolorifici leggeri. Irrequietezza e insonnia possono essere semplicemente dovute alla maggiore energia presente nell’organismo: il poco grasso assunto, associato a quello già depositato, viene scomposto per produrre energia. L’energia aggiuntiva può rendere alcune persone irrequiete o insonni.

Il modo migliore di utilizzare l’estratto di Garcinia Cambogia, come per qualunque altro tipo di integratore per la perdita di peso e per qualunque dieta, è l’esercizio fisico. L’attività fisica consuma l’eventuale energia supplementare e consente un riposo notturno migliore.

È importante anche esaminare la dieta in modo più critico, eliminando gli alimenti che possono contribuire alla perdita di peso. Occorre ricordare che si raccomanda di non assumere Garcinia Cambogia per più di 2 mesi, periodo riservato comunque all’obesità patologica. Chi non è troppo sovrappeso può assumerla per una settimana o due, limitandosi poi ad adottare un’alimentazione sana e a praticare attività fisica; funzionano meglio di qualunque estratto per la salute in generale.

acquista1

 

Le nostre raccomandazioni

Credo che si può funzionare per chiunque voglia di perdere peso. E ‘un supplement per perdere molto peso assieme ad una dieta sana, contribuirà a garantire che si raggiungano i risultati desiderati. Ritengo che il posto migliore per trovare la mia offerta di Garcinia Cambogia è online: